LA STORIA DI FEDERICO

Nel 2004 Federico Sceriffo scopri che esisteva un vero e proprio Campionato di Drifting, da lì nacque il connubio con la sua "Giallina", un Subaru Impreza STi che convertì a trazione posteriore. Successivamente nel 2006 partecipò alla sua prima gara, nel campionato organizzato dal SCDT (Solo Curve di Traverso), il Super Drift Professional Challenge, portando a casa il suo primo podio.

Nel 2008 dopo essersi affermato nel campionato Italiano, lo Sceriffo attraversò il confine e andò in Giappone per imparare la vera arte del Drifting e divenne tra i Top level Drifter in Europa. Sempre nello stesso anno, dopo aver conquistato 5 titoli europei, Fede-Chan sbarcò nella patria mondiale del drift, il Giappone, dove venne "acquisito" ufficialmente dal Team Orange dove appari prima nel WDSC (World Drift Summit & Competition), poi nel 2009 per la prima volta nel Exhibition Match del D1GP ad Odaiba, qualificandosi 12°, e chiudendo nei "best 16" ottimo risultato visto che si dovette misurare con i "mostri" di questa disciplina.

Nel 2010 proseguì la sua esperienza in Giappone e partecipò non solo ad un esibizione, ma ad una gara ufficiale del campionato, sempre nel quartiere tecnologico di Tokyo, Odaiba, era il primo round del D1GP 2010. Successivamente si ripresentò nel D1GP 2010, correndo nel 5° round ad Ebisu, dove dovette alzare il suo livello tecnico drasdicamente per tenere il passo dei migliori al mondo. Federico non si arrese dopo la 5a tappa e si iscrisse anche al 6° round, sempre nel circuito di Fukushima dove continuava ad affinare e migliorare esponenzialmente il suo livello tecnico di Drifter.

Tanto che a novembre 2010 lo Sceriffo si afferma nella scena internazionale del drifting, partecipando al World Drift Summit & Competition Nation Cup vincendo la gara dopo aver dominato anche le qualifiche. Nel 2011 Federico prosegue la sua grande esperienza Giapponese, sempre più rapito dalla cultura e dalla disciplina. Ed anche nel campionato D1Gp arrivano i primi risultati, Tra i quali spicca il 6° posto nella tappa di Ebisu sulla pista più spettacolare e pericolosa del campionato. Nel Aprile 2012 è proprio in Odaiba che Federico riesce per la prima volta ad esprimersi al meglio, vincendo davanti a tutto il grande pubblico di Tokyo l’International D1GP Exibition Match. Nell’agosto di quest’anno viene chiamato da Red Bull per un evento spettacolare: il Red Bull Drift Battle a Tienmeshan Mountain, in Cina. Una sfida su una strada di montagna da togliere il fiato, chiamata la “Strada verso il Paradiso” composta da 99 tornanti contro il padrone di casa James Lang. Federico nell’occasione stravince la sfida regalando spettacolo in diretta nazionale sulla tv cinese.

Dopo circa 2 mesi viene convocato nuovamente dal colosso di Bevande Energetiche Asiatico per partecipare alla terza tappa del Red Bull Drift Battle Championship, centrando subito un altro grandissimo risultato vincendo la tappa e confermando la sua energia e magia nel guidare. Oltre ad affermarsi nei vari campionati sparsi in giro per il Mondo, lo Sceriffo gestisce corsi di drifting in tutta Italia e partecipa e organizza esibizioni di drifting, portando con se nelle manifestazioni più importanti lo spettacolare Team Orange. “Voglio affinare ancora di più la mia tecnica di guida e stravaganza nel fare Drift, per poter offrire altre emozioni forti a tutti gli appassionati di sport automobilistici estremi e non. Il mio grande obbiettivo dal 2009 è quello di essere il primo pilota non giapponese a vincere una stagione del D1GP in Giappone, ci sto lavorando a testa bassa da qualche anno, non mollerò mai fino ad obbiettivo raggiunto. La Cina mi è piaciuta molto e sicuramente è stato un bellissimo inizio ed un’esperienza unica. Raggiunto l’obiettivo nel D1 GP, chissà, potrei pensare di andar a conquistare anche il grande pubblico Americano!”